Visto per
Trasporto

cosa fare

Il visto per trasporto

Il visto per trasporto autorizza l’ingresso, ai fini di un soggiorno di poca durata, allo straniero che intenda recarsi in Italia per brevi periodi per l’adempimento di un’attività professionale collegata al trasporto di merci o di persone, per via terrestre (autotrasportatori), o per via aerea (charter o privati, equipaggi di voli civili, diversi da quelli di linea il cui status è regolato dalla Convenzione di Chicago del 1944). I requisiti e le condizioni previsti per l’ottenimento del visto sono costituiti dalla documentazione attestante la condizione professionale del richiedente, e da quella inerente la dettagliata attività da svolgere in occasione del soggiorno richiesto.

Porta con te

Requisiti visto per trasporto:

  • Fotografia recente in formato tessera;
  • Dimostrazione del possesso di mezzi economici di sostentamento, nella misura prevista dalla Direttiva del Ministero dell'Interno 1.3.2000;
  • Documento di viaggio in corso di validità con scadenza superiore di almeno tre mesi a quella del visto richiesto;
  • Assicurazione sanitaria avente una copertura minima di €30.000 per le spese per il ricovero ospedaliero d'urgenza e le spese di rimpatrio, valida in tutta l'area Schengen;
  • Documentazione comprovante la finalità del viaggio;
  • Documentazione comprovante l’effettiva condizione di "autotrasportatore", ovvero "membro di equipaggio aereo" del richiedente;
  • Disponibilità di un alloggio (prenotazione alberghiera, dichiarazione di ospitalità, dichiarazione di assunzione delle spese di alloggio da parte dell’invitante o del datore di lavoro).

CONTATTACI PER RICHIEDERE IL TUO VISTO!