Visto per
lavoro autonomo in Italia

cosa fare

Il visto per lavoro autonomo in Italia

Il visto per lavoro autonomo consente l’ingresso in Italia, ai fini di un soggiorno di breve o lunga durata, a tempo determinato o indeterminato, allo straniero che intenda esercitare un’attività professionale o lavorativa a carattere non subordinato. Per gli sportivi stranieri che – in osservanza di quanto previsto dalla legge 23 marzo 1991, n. 91 – sono chiamati a svolgere prestazioni sportive di lavoro autonomo, a titolo professionistico o dilettantistico, è richiesta l’esibizione della dichiarazione nominativa d’assenso rilasciata dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) che, corredata di nulla osta espresso dalla Questura territorialmente competente, dovrà indicare le generalità dell’atleta, la disciplina sportiva prescelta, gli estremi e il recapito della società di destinazione.

cosa occorre per questo visto

PORTA CON TE:

  • Formulario per la domanda del visto d'ingresso  (visualizza).
  • Fotografia recente in formato tessera.
  • Documento di viaggio in corso di validità con scadenza superiore di almeno tre mesi a quella del visto richiesto.
  • Dichiarazione nominativa d'assenso rilasciata dal CONI alla Rappresentanza diplomatico/consolare italiana competente, che indichi le generalità dell'atleta, la disciplina sportiva prescelta, gli estremi ed il recapito della società di destinazione.Tale dichiarazione dovrà essere corredata da Nulla Osta della Questura competente rilasciato in data non anteriore a 90 giorni.

CONTATTACI PER RICHIEDERE IL TUO VISTO!