A chi è rivolto il visto per studio in Italia

A chi è rivolto il visto per studio in Italia

A cosa serve il visto per studio in Italia

Un cittadino straniero non comunitario che desidera intraprendere un percorso di studi in Italia ha bisogno di un’autorizzazione. Si tratta del visto per studio, concesso a chi appunto attesta di voler trascorrere del tempo in Italia per studiare presso università pubbliche/private o qualsiasi altro istituto di formazione.

Visto per studio in Italia: chi deve richiederlo?

Studiare in Italia è una grande opportunità che molti studenti extracomunitari vogliono cogliere. Ma quando è necessario ottenere un visto per studio? Devono richiederlo necessariamente i cittadini extracomunitari (appartenenti a Paesi al di fuori dell’Unione Europea e dello spazio Schengen) che intendono studiare in Italia per un periodo superiore ai 90 giorni.

Ecco come ottenerlo

Per far domanda del Visto per motivi di studio è necessario rivolgersi all’Ambasciata Italiana o al Consolato italiano del proprio paese di residenza e solitamente i documenti richiesti sono i seguenti:

  • Il formulario di richiesta di Visto d’Ingresso scaricabile dal sito del consolato;
  • Il passaporto con validità residua di almeno 3 mesi dopo la scadenza del Visto richiesto;
  • Il biglietto aereo o la prenotazione;
  • Una fototessera recente;
  • Il certificato di residenza;
  • Il certificato che attesta l’iscrizione o la pre-iscrizione ad un corso di almeno 20 ore settimanali per tutto il periodo del soggiorno e la ricevuta dell’avvenuto pagamento del corso in anticipo (in caso di corsi privati);
  • Prova di una sistemazione alloggiativa (prenotazione di un albergo, residence, contratto di affitto o dichiarazione della persona disposta ad ospitare il richiedente);
  • Una polizza sanitaria internazionale a copertura di tutto il periodo;
  • La garanzia della disponibilità dei mezzi economici sufficienti al mantenimento per tutta la durata del soggiorno (circa 1000 € al mese);
  • Un documento che attesta la disponibilità economica ad affrontare un eventuale rimpatrio;

Quanto dura il visto?

Una volta ottenuto il visto avrà validità per tutta la durata del corso ma con scadenza massima di un anno, con la possibilità di rinnovo ma solo per chi s’iscrive a un corso di studi poliennale.

Il visto per studio è rivolto quindi a chi intende intraprendere un percorso formativo e una volta ottenuto lo studente è tenuto a rispettare l’obbligo di frequenza: le scuole sono infatti tenute a segnalare alle autorità eventuali assenze eccessive o l’abbandono del corso.

Per far richiesta e ottenerlo in modo semplice e veloce affidati al team specializzato di Va Fusamondo, agenzia di pratiche amministrative in outsourcing che vanta anni di esperienza in questo settore, accompagnando ciascun cliente nella realizzazione e compilazione di tutti i documenti più importanti.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Your comment:

Your name: